Progetti

Progetto Mediazione Linguistico – Culturale

Gestione nell’anno in corso (2014/2015) dei servizi di mediazione linguistico culturale nelle scuole dell’infanzia , nelle scuole primarie e nelle scuole secondarie di primo grado del Comune di Bologna.

Sportello interculturale e servizio di consulenza: Serve una mano?

Dal 2009 gestisce il servizio di pronto intervento culturale finanziato dalla provincia di Bologna presso il CDLEI, rivolto a insegnanti, studenti, educatori, pedagogisti, con attività finalizzate all’accoglienza ed inserimento degli allievi stranieri neo-arrivati (protocollo d’accoglienza, costituzione delle classi, rapporti con le famiglie, organizzazione insieme agli insegnanti e presso le scuole di incontri e momenti formativi specifici sulle opportunità del Centro di Documentazione, sulla raccolta dei bisogni formativi, sui temi della mediazione linguistico culturale, dell’accoglienza, progettazione di percorsi di formazione, consulenza per progetti di qualificazione scolastica, creazione di bibliografie tematiche, ecc

A partire dall’a.s. 2014/15, con la collaborazione dei mediatori linguistico culturale, si organizza presso il CDLEI “Buongiorno mondo!” un percorso interculturale riservato agli alunni della scuola primaria della durata di 3 ore. L’obiettivo principale del percorso è quello di fornire elementi linguistici e culturali per accogliere e valorizzare tutti i bambini del mondo attraverso giochi linguistici, simulazioni, letture e scrittura di parole in altre lingue, anche utilizzando i materiali messi a disposizione dalla biblioteca del Centro.

http://www.comune.bo.it/cdlei/contenuti/109:5765/

“GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LINGUA MADRE”

Nell’attesa del 21 febbraio 2015, Giornata internazionale della lingua madre” in collaborazione col CDLEI, l’Associazione Antinea ha realizzato 2 incontri riservati agli alunni di due classi della scuola primaria Casaralta per promuovere l’ascolto, la lettura e la scrittura di parole in altre lingue.

http://www.comune.bologna.it/media/files/apettando_il_21_febbraio_2015.pdf

 SEIPIU’

Dal 2009 al 2013 nell’ambito del progetto SEIPIU’ ente gestore CDLEI finanziato dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Antinea ha coordinato alcune delle attività Seipiù presso le scuole superiori Aldini Valeriani Sirani. In particolare sono stati realizzati dei laboratori per madri straniere con attività di orientamento ai servizi del territorio, al lavoro e alla formazione professionale, laboratori di cucito e cucina e di italiano L2, visite guidate. Sono stati attivati percorsi individuali e/o di gruppo per gli allievi coinvolti nel progetto anche in L1 presso l’Istituto Aldini Valeriani Sirani attraverso il supporto dei mediatori linguistico culturali. lingue di mediazione: arabo, serbo croato, tagalog, urdu, bangla, cinese, rumeno, inglese

http://www.progettoseipiu.it/prodotti/Immagini.aspx?localdir=Aula-Interculturale-Aldini&name=Aula%20Interculturale%20Aldini

Inoltre durante la scuola estiva sempre nell’ambito del progetto SEIPIU’, sono stati realizzati laboratori creativi di italiano L2, con supporto della mediazione linguistico culturale rivolti agli studenti di cittadinanza non italiana neo arrivati che frequentavano le classi prime e seconde degli Istituti scolastici superiori della rete Seipiù.

Summer School rappresenta un’occasione per dare spazio a idee, pensieri ed emozioni attraverso linguaggi comunicativi molteplici, per migliorare la lingua e unire giovani provenienti da diversi Paesi del mondo.

AMITIE (Awareness on MIgration, developmenT and human rIghts through local partnErships)

Dal 2011 al 2013 nell’ambito del progetto europeo AMITIE- Awareness on Migration, development and human rights through local partnership coordinato dal Comune di Bologna, sono state realizzate attività di Focus Group con cittadini nativi e migranti e con i dipendenti del Comune di Bologna sui temi delle migrazioni, dei diritti umani e dello viluppo

in particolare:

Realizzazione incontri e attività di outreach destinate al coinvolgimento di cittadini migranti per la promozione degli strumenti predisposti dalla campagna di comunicazione del Progetto AMITIE, attraverso contatti e riunioni con associazioni di migranti, ideazione di percorsi cittadini di promozione degli strumenti di cui si dota la campagna (manifesti, blog, social media, filmati, ecc)
Supervisione e organizzazione incontri ed eventi nell’ambito delle attività rivolte al community building incontri presso i Quartieri: a) percorsi di dialogo con associazioni di nativi e migranti, coordinamento con iniziative del territorio sui temi della migrazione e dello sviluppo, b) realizzazione di incontri informali presso luoghi a vasta affluenza di pubblico della città c) iniziative culturali legate agli ambiti della cultura, dello spettacolo e dell’approfondimento culturale sui temi dell’intercultura, della/e tradizione/i locali, e volti al superamento del pregiudizio e alla diffusione di una cultura della cittadinanza globale;
Monitoraggio della campagna di comunicazione (partecipazioni a incontri di coordinamento con partner e dipartimenti dell’Amministrazione interessata, individuazione di griglie di indicatori di riuscita e redazione di un report finale sulle attività condotte sul territorio di Bologna, monitoraggio delle attività realizzate dai partner contatti con partner del Progetto).
Supporto alle attività di disseminazione istituzionale del Progetto, attraverso l’elaborazione di contenuti in lingua inglese per il sito e la newsletter del Progetto
Azioni di promozione del messaggio della campagna AMITIE presso contesti educativi e scolastici con la realizzazione di laboratori presso le scuole superiori AldiniValeriani Siriani, Aldrovandi Rubbiani, Oficina, Scuole Medie Saffi in collaborazione con Ass. Universo

Per conoscere tutte le iniziative, gli eventi e i materiali prodotti nell’ambito del progetto è possibile consultare il Blog dedicato “Amitie community Italia“.

http://www.comune.bo.it/media/files/poster_amitie.pdf
http://amitie-community.eu/italia/
http://amitie-community.eu/italia/media/video/

LIBO’

Nell’ambito del Piano Provinciale per la Lingua Italiana (LIBO) 2011coordinato dal CDLEI, sono stati realizzati due corsi di italiano e orientamento ai servizi territoriali, per mamme straniere con bambini iscritti presso i servizi educativi in collaborazione con i servizi territoriali. Lingue

di mediazione: arabo, serbocroato, tagalog, urdu, cinese, rumeno, inglese

http://www.comune.bologna.it/cdlei/servizi/109:5766/13924/
http://www.comune.bologna.it/media/files/libo_2011_2012_lista_corsi.pdf

 

“Ulisse: lingua italiana e servizi socioeducativi per nuove generazioni di cittadini”

Dal 2012 al 2013 nell’ambito del progetto Ulisse (FEI) coordinato dal CD>>LEI (Centro Ri.E.Sco. Comune di Bologna Settore Istruzione) e finanziato dal Ministero dell’Interno attraverso i fondi FEI con la collaborazione della Provincia di Bologna, OPIMM (Opera dell’Immacolata), VOLI Group e Coop AIPI, sono stati realizzati 10 laboratori per genitori stranieri (in particolare madri) in tutti i quartieri di Bologna. nelle “Stanze dei genitori” sono state realizzate attività di sartoria creativa, cucina e cura di sé.

http://comune.bologna.it/media/files/le_stanze_dei_genitori__completo.pdf
https://www.youtube.com/watch?v=Mfi3qf8dba0

PAROLE PER SCALARE IL MONDO

Destinatari del progetto

Negli anni 2013/2014 e 2014/ 2015-06-01 è stato realizzato il progetto di mediazione linguistico culturale PAROLE PER SCALARE IL MONDO all’interno dell’istituto Aldrovandi Rubbiani

Gli obiettivi generali del progetto prevedevano la possibilità di :

Dare un supporto all’accoglienza degli alunni neo arrivati e quindi maggiore forza alla loro inclusione scolastica.
Stabilire relazioni positive con i ragazzi/e che presentano difficoltà legate alla mediazione tra le diverse identità culturali, creando uno spazio di ascolto volto ad evitare situazioni di dispersione scolastica.
Collaborare con i docenti della scuola, offrendo strumenti di comprensione e comunicazione con i ragazzi e le loro famiglie;

EMPAC (Engaging Migrant Parents and children)

Nell’ambito del progetto Empac in collaborazione col Comune di Bologna (Settore Istruzione – Centro RiESco, Quartiere Navile) sono stati realizzati due corsi di italiano per le madri dei bambini delle scuole primarie coinvolte (IC4 IC15) . Ai corsi di lingua sono state affiancate attività laboratoriali di sartoria, bigiotteria e visite guidate

http://www.comune.bologna.it/news/presentazione-risultati-progetto-empac-empowering-parents-and-children

http://informa.comune.bologna.it/iperbole/media/files/programma_seminario_empac.pdf

“Tutte le lingue del mondo”

Nell’ambito del progetto “Tutte le lingue del mondo” sono stati realizzati Laboratori e letture bilingui nelle biblioteche del distretto di Montagna che accompagnavano la  mostra itinerante dei libri in lingua madre organizzata dal Gruppo Biblioteche del Distretto culturale Montagna (capofila biblioteca comunale di Vergato).

http://www.unioneappennino.bo.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=953

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *